Fabio News

 FabioNews

 Servizio personalizzato e partecipativo di informazione.

Questo servizio non puo' e non vuole fornire un'informazione completa ma piuttosto cercare di diffondere qualche notizia o punto di vista interessante che non passa nei grandi media !!
Menu navigazione
OPERAZIONI 

ISCRIVITI
al servizio

Modifica la tua iscrizione

MENU' ISCRITTI 

Accesso Archivio Personale

ACCESSO NOTIZIE 

Cerca in Archivio

Ultime Notizie

APPUNTAMENTI
Torino Vive

Schede Paesi

INFORMAZIONI 

Redazione
(chi siamo)

Il Progetto
(come funziona)

Fonti principali

Liste argomento


Novita' Fabionews

LINKS 

Siti amici


Siti consigliati

LISTE ARGOMENTO 
Informazione sull'Informazione
America Latina - IT
America Latina - ESP
Torino Vive
Ecologia - Ambiente
Basta Guerre
Il Sud ci dice
InfoLavoro
Politica Italiana
Open Source
Un Altro Mondo Possibile
Grandi Opere
Geopolitica del Caos
Chiese e Religioni
Collusi con la Mafia
Extra Comunitari
COMINCIO IO
Piezz' e Core
Tu vu' fa' l'AmeriKano
Spettacolare
Notizie al Femminile
Cooperando...
Legalize It
Il resto del mondo
Africa
Riso Amaro
comunicazioni Admin
Castellano hablantes
Bau, Miao, etc..
Comincio IO Web
L'Europa s'e' desta
Good news
InformaLocale
Il Bel Paese
Palestina
Scuola e educazione
Vacanze Intelligenti
Mio e Nostro - Economia
Salute!


FabioNews aderisce a Riconoscilaviolenza

Perchè passare a Linux

 

APPUNTAMENTO SELEZIONATO
 
Il Manifesto in liquidazione!!
Inserito da:MarcoSbiro - FabioNews marcosbiro@gmail.com in data:2012-02-08 18:09:40
Ciao,
mi scuso se mando la mail a tutti gli iscritti (anche a coloro che hanno scelto di non ricevere mail da me) ma purtroppo stavolta il Manifesto rischia davvero tanto.
Ieri sera avevo ricevuto una mail da Ugo Mattei che accennava qualcosa a proposito e diceva di far incrementare vertiginosamente le vendite per sperare. Gli avevo chiesto autorizzazione a pubblicare la sua mail. Non mi ha risposto, ma spero non si offenda se lo faccio lo stesso:

in questa mail esortava coloro che non comprano mai questo quotidiano o che lo fanno solo ogni tanto, invitando a pensarci su un attimo ed agire di conseguenza.

COME SAPETE LE RECENTI NORMATIVE SULL'EDITORIA HANNO GIA' CONDANNATO A MORTE IL QUOTIDIANO "LIBERAZIONE". Ed ora molte altre testate, fra cui IL MANIFESTO, rischiano di fare la stessa fine.


- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE A DIFFUSIONE NAZIONALE, CHE ABBIA MAI DEDICATO LA PRIMA PAGINA ALLA QUESTIONE OMSA ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che siamo pacifisti) CHE ABBIA PARLATO INSISTENTEMENTE E NON CERTO SOLO DA OGGI DELL'ASSURDITA' DELLE SPESE MILITARI  E STIA DANDO SPAZIO  QUASI  OGNI GIORNO ALLA CAMPAGNA CONTRO LO SPERPERO DI DENARO PUBBLICO COSTITUITO DAI BOMBARDIERI F35 ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che abbiamo combattuto per i referendum) CHE ABBIA DATO SOSTEGNO ALLA CAMPAGNA PER L'ACQUA PUBBLICA E CONTINUI A PARLARE TUTTI IGIORNI DELLA DIFESA DEI BENI COMUNI ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che non vogliamo arrenderci alla furia liberista e al governo Monti) CHE OGNI GIORNO OSPITI AUTOREVOLISSIMI INTERVENTI DI SOCIOLOGI, ECONOMISTI E INTELLETTUALI CHE SPIEGHINO COME UN ALTRO MONDO SIA POSSIBILE E COME SI POSSA ORGANIZZARE LA SOCIETA' SU BASI NUOVE ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che proponiamo i g.a.s. e l'economia di prossimità) CHE DIA, NON SPORADICO, SPAZIO AL TEMA DELL'ECONOMIA SOLIDALE E AI GRUPPI DI ACQUISTO ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che tutte/i vorremmo che il panorama politico cambiasse radicalmente) CHE ABBIA DATO CONTO SUL SERIO DI UNA AFFOLLATISSIMA ASSEMBLEA DI NAPOLI, CONVOCATA DAL SINDACO DE MAGISTRIS E DA CUI SONO VENUTE FUORI PROPOSTE INTERESSANTISSIME PER L'ALTERNATIVA POLITICA, PROPRIO A PARTIRE DALLA RISCOPERTA DEI BENI COMUNI ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che in molti cerchiamo di impegnarci in attività di solidarietà con il sud del mondo) CHE DIA SPAZIO AI TEMI INTERNAZIONALI, VISTI DAL PUNTOPUNTDI VISTA DEI POPOLI, DELLE CULTURE INDIGENE, DEI MOVIMENTI ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE  CHE ABBIA PARLATO DEI DISASTRI CHE LA NOSTRA ENEL COMPIE IN GUATEMALA, E ABBIA DATO VOCE ALLA CAMPAGNA DI SOSTEGNO ALLE COMUNITA' IN LOTTA
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che tutti siamo critici verso come la grande stampa trattò l'argomento) CHE ABBIA SVELATO FIN DAI PRIMI GIORNI IL COLOSSALE IMBROGLIO BERLUSCONIANO SUL TERREMOTO DELL'AQUILA ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che siamo antirazzisti e antixenofobi) CHE SU ROSARNO, SU CASTELVOLTURNO E  SU MILLE ALTRI EPISODI DI RAZZISMO ABBIA DATO CONTO CON UNA POSIZIONE DAVVERO ANTIRAZZISTA ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO GIORNALE (visto che vogliamo difendere il lavoro e combattere il precariato) CHE ABBIA DATO DAVVERO SPAZIO ALLE INIZIATIVE DELLA FIOM, DEI PRECARI E DEI DISOCCUPATI, DEGLI INDIGNATI E DI TUTTI I MOVIMENTI DI RESISTENZA ?
- C'E' FORSE QUALCHE ALTRO  GIORNALE (visto che siamo contro le grandi e inutili opere mentre assitiamo al disastro dei treni pendolari) CHE STIA AVENDO IL CORAGGIO DI SOSTENERE LE RAGIONI DEI NO-TAV ?

- ECCETERA ECCETERA ECCETERA......


Allora, NON CREDETE CHE SE IL MANIFESTO CHIUDE SAREMO TUTTE/I MUTILATE/I ? E sarebbe mutilata la liberta' d'informazione ?

           NON CREDETE CHE OGNUNO DI NOI DEBBA FARE QUALCOSA ?

Proposta:


Probabilmente tre-quattromila cope al giorno in più spalmate su tutto il territorio nazionale, potrebbero far cambiare il panorama e il destino del giornale.


Hasta la
Supervivencia!!!
Ciao

MarcoSbiro


da www.globalist.it

Il Manifesto in liquidazione: firmato il decreto

Nei prossimi giorni arriverà il liquidatore e deciderà il da farsi. Si tenta l'ultima carta di un'edizione ridotta di sopravvivenza. Ma i conti danno poche speranze.

La notizia che tanti temevano alla fine è arrivata: è stato firmato il decreto di liquidazione del Manifesto. Ora le possibilità che lo storico quotidiano comunista non chiuda sono davvero al lumicino.
Da tempo i conti del giornale erano pesantemente in perdita e ora si è arrivati al passo finale.
Quali scenari? Nei prossimi giorni arriverà il liquidatore nominato che valuterà i bilanci e deciderà cosa fare.
Direzione e giornalisti, nel frattempo, stanno preparando un piano editoriale di salvataggio per garantire anche in questa fase la continuità delle pubblicazioni, anche se in forma ridotta.
Ma ovviamente non c'è alcuna garanzia che questo accada. La decisione sarà del liquidatore e dovrà essere presa dopo una attenta valutazione dello stato finanziario. Il che, dati i conti disastrati, non lascia spazio a molto ottimismo. Tuttavia i giornalisti sono decisi a non mollare e a lottare fino all'ultimo istante.
Domani, stando a quanto filtra dalla redazione, ci dovrebbe essere una conferenza stampa con maggiori particolari su cosa è accaduto e sulle prospettive del Manifesto.

articolo originale

 Fabio News

Siti Nel circuito di BannerEtico:

Il materiale di questo sito e' pubblico e reperito da Internet.
Se copiate, citate la fonte e gli autori. Il servizio di informazione via mail e' realizzato con PHPList - Webmaster FabioNews