"Redazione": Fabio Bovi, , Enrico Auxilia, MarcoSbiro, MAG4 Gigi Eusebi, Luisa Memore, Fulvio Beltrami,

"L'Associazione FabioNews" ,

La Redazione di Fabionews non ha altri vincoli che quelli dettati da un semplice documento d'intenti comprendente i seguenti punti:
  • Difesa della legalità democratica.
  • Posizione Contro ogni guerra
  • Difesa dei diritti sociali e civili dei cittadini.
  • Difesa dell'ambiente e del territorio.
  • Difesa della laicità dello stato.
  • Condivisione e difesa dei valori della Costituzione Italiana
  • Gli aderenti alla redazione si impegnano a rispettare alcune regole di base:
  • Selezione di notizie e fonti alternative ai Media Mainstream
  • Indicazione della fonte originale da cui viene reperita la notizia
  • Selezione della lista argomento in maniera piu' puntuale possibile
  • Verifica della veridicita' delle notizie inoltrate (nei limiti del possibile)


  • Bovi Fabio:

    Informatico di Torino, appassionato di informazione.
    "Ho cominciato a spedire mail ad amici e conoscenti con le notizie interessanti che trovavo su internet e adesso non mi fermo piu'!"
    Amministratore e "web-master" di FabioNews dalla sua prima apparizione (31 Marzo 2006).
    Socio fondatore dell'associazione di volontariato "Salendo a Sud", membro del gruppo territoriale di Megachip, del comitato NoTav Torino, del Comitato Acqua Pubblica e RifiutiZero Torino
    Dal 2014 eletto come consigleirie comunale a Vinovo con il Movimento5stelle Vinovo

    "La vera ignoranza non è l'assenza di conoscenza ma il rifiuto di conoscere"
    Karl Popper

    Enrico Auxilia:

    40 anni in continuo aumento.
    Ingegnere con la passione per la lettura, il kayak, la fotografia, la giocoleria.
    Fotografo per il Teatro della caduta di Torino.
    "Ho cominciato a ricevere le mail da Fabio anni fa ed è vero che non si è più fermato. In compenso ho cominciato pure io."
    Entrato nella redazione nel 2007.

    "Il mondo è pericoloso non a causa di quelli che fanno del male ma di quelli che guardano e lasciano fare."
    Albert Einstein

    MarcoSbiro:

    Mi chiamo Marco Penno, classe '77 e sono un informatico appassionato di Software Libero e di GNU/Linux, inoltre seguo spesso le vicende collegate alla questione Mediorientale e alla terra di Palestina, sono iscritto a Pax Christi Italia e sono volontario in Emergency. Dal 2001 la mia visione del mondo è cambiata: la partecipazione alla manifestazione in occasione del G8 di Genova ha profondamente mutato la mia percezione del potere che ci circonda. Da allora ho iniziato ad informarmi molto di più e soprattutto a cambiare le mie fonti d'informazione. Ora come ora l'unico quotidiano che reputo "fonte d'informazione" è il Manifesto e purtroppo è in grave crisi e rischia profondamente la chiusura. Allo stesso tempo è sempre più facile informarsi dalla Rete utilizzando lo strumento Internet in maniera intelligente. Cercherò di alimentare la diffusione di notizie tramite FabioNews.

    « Quando io do da mangiare a un povero, tutti mi chiamano santo. Ma quando chiedo perché i poveri non hanno cibo, allora tutti mi chiamano comunista. »
    Mons. Hélder Câmara


    MAG4:

    Dal 1987 la cooperativa MAG4 opera nell'ambito della finanza etica con l'obiettivo di creare modelli economici basati sulla cooperazione, sull'autogestione e sull'associazionismo di base in alternativa al sistema economico tradizionale e di dare sostegno a imprese operanti nel settore no profit che si basino su valori quali la cogestione d'impresa, il reinvestimento non speculativo degli utili, l'organizzazione democratica, l'inserimento di soggetti svantaggiati, la trasparenza, la democraticità, il rispetto dell'ambiente e la partecipazione.
    La MAG4 raccoglie denaro per effettuare investimenti in un circuito equo, non speculativo e trasparente. Sottoscrivendo azioni di capitale sociale, i soci potranno controllare direttamente l'utilizzo dei propri risparmi attraverso un'informazione trasparente sui progetti finanziati e sull'andamento delle attività. Potranno inoltre partecipare alla vita sociale della cooperativa prendendo parte alle assemblee e contribuire alla promozione culturale della MAG e dell'economia solidale. Infine, se persone fisiche, hanno la possibilità di diventare soci risparmiatori e aprire un libretto di prestito sociale presso una delle cooperative del Gruppo MAG. Le persone giuridiche invece (associazioni, cooperative e società di mutuo soccorso), hanno la possibilità di versare i propri risparmi in un libretto remunerato, senza spese di gestione, direttamente presso MAG4.
    La cooperativa concede finanziamenti a cooperative, associazioni e società di mutuo soccorso che svolgono attività a favore della solidarietà e dell'integrazione sociale, del commercio equo, dell'educazione giovanile, della tutela ambientale e di tutte quelle attività che non danneggiano gli individui né l'ambiente. Le realtà finanziate devono essere socie della cooperativa; il finanziamento può essere restituito nell'arco di 5 anni, con un piano di rientro personalizzato e la possibilità di restituzione anticipata con equa riduzione degli interessi. I tassi di interesse richiesti variano in base all'inflazione ISTAT e della dimensione della realtà, senza altre spese accessorie; sono richieste a garanzia fideiussioni personali parziarie e non in solido dei responsabili della realtà.
    Tra le attività svolte da MAG4 sono presenti anche servizi di consulenza e formazione per cooperative, associazioni, società di mutuo soccorso, scuole e singoli impegnati in attività legate allo sviluppo di circuiti di economia solidale, sia nella fase di creazione d'impresa, con costruzioni di piani di fattibilità, preventivi e budget, statuti, fiscalità relativa alla costituzione, sia in caso di riorganizzazione e di introduzione di supporti tecnici, con analisi della realtà e di bilancio, controllo di gestione e strumenti amministrativi, predisposizione di percorsi di certificazione, avvio e gestione del prestito sociale, ecc. La formazione specifica è rivolta sia alle imprese, nell'ambito del controllo di gestione e gestione finanziaria, comunicazione, bilancio sociale, dinamiche di gruppo, che alle scuole per quanto riguarda i temi della finanza etica.
    Infine, MAG4 si occupa di promuovere la cultura dell'economia solidale, attraverso l'organizzazione di incontri, assemblee tematiche e laboratori.
    MAG4 opera in collaborazione con i propri soci, con le cooperative del Gruppo MAG, con le altre realtà che si occupano di finanza etica in Italia, con quelle che si occupano di economia solidale sul territorio.

    "Il denaro come se la gente contasse qualcosa"
    Cooperativa Sensibili alle foglie


    Gigi Eusebi:

    Gigi Eusebi, torinese, giornalista di formazione, da sempre impegnato nell´ambito della solidarietá, principalmente internazionale. Nel 1987 é stato ideatore e co-fondatore della Cooperativa Mag 4 Piemonte, per la quale ha poi lavorato per 4 anni (´91-´94) ed é stato vice-presidente dal ´91 al ´99. Sempre nell´87, per quattro anni, é stato volontario in Amazzonia, coordinando un progetto di cooperazione di supporto alle organizzazioni degli indios brasiliani. Socio fondatore e membro del primo consiglio di amministrazione (1995-´98) della Banca Etica. Dal 1994 all´inizio del 2003 é stato responsabile progetti America Latina della Coop. CTM e nel medesimo periodo coordinatore del Comitato Progetti della stessa CTM-Altromercato, della quale é stato anche consigliere di amministrazione nel periodo 1998-2000. Tra il 1999 e il 2002 ha coordinato il primo progetto finanziato dalla UE a una centrale di importazione del commercio equo e solidale, rivolto alla formazione di 400 contadini Sem Terra del Brasile. Nella primavera del 2003 Gigi si é trasferito a Brasilia per lavorare nel governo, come responsabile dell´economia solidale nel Ministero dello Sviluppo Agrario, su invito del Presidente Lula. Nell´ambito di questo intervento, nel solo settore del commercio equo e solidale, in due anni sono state realizzate esportazioni per un importo di 2 milioni di dollari, coinvolgendo 7.300 famiglie di contadini ed artigiani. Dal 2006, pur continuando come consulente di varie realtà latinoamericane, Gigi opera prevalentemente in Italia, occupandosi di monitoraggio di progetti equi latinoamericani e presiedendo una cooperativa sociale torinese di tipo B (inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati) che interviene nella comunicazione sociale. Dall'esperienza amazzonica nasce il libro "A barriga morreu, il genocidio Yanomami" (Sonda, 1991). Insieme a Luca Davico e Alex Langer ha scritto "$oldidarietá, il risparmio autogestito" (Macro, 1992).


    Luisa Memore:

    Provengo da una famiglia che praticava la decrescita felice prima che questa fosse inventata.
    Alle mie figlie cerco di trasmettere il rispetto per l'Uomo e per la Terra.
    Sono indignata per la situazione in cui viviamo, ma penso che se ognuno si facesse carico della sua parte, si potrebbe migliorare.

    "Signore, dammi la forza di cambiare le cose che possono essere cambiate, la pazienza di sopportare quelle che non possono essere cambiate, e la saggezza per distiguere le une dalla altre"
    Sir Thomas More


    Fulvio Beltrami:

    Originario del Nord Italia, sposato con una africana, da dieci anni vivo in Africa, prima a Nairobi ora a Kampala.
    Lavoro nell'umanitario in vari paesi dell'Africa e dell'Asia. Questo provoca una forte conflittualita' interiore tra un lavoro che mi permette di vivere e un sistema in cui i principi originali della sua azione sono in profonda crisi.
    Da qualche anno ho deciso di condividere la mia conoscenza della Regione dei Grandi Laghi (Uganda, Rwanda, Kenya, Tanzania, Burundi, e Est del Congo RDC) scrivendo articoli sulla regione pubblicati in vari siti web di informazione, comme www.dilinger.it e www.fainotizia.it , privilegiando il sito fabionews. Le fonti delle notizie sono accuratamente scelte tra i mass media regionali, fonti dirette e testimonianze. Un'accurata ricerca dei contesti storici, culturali, sociali e politici e' alla base di ogni articolo.
    Il mio obiettivo e' quello di offire un'altra informazione sul continente africano diversa da quella presentata dai network informativi.
    L'Africa non e' solo una terra di guerre civili, genocidi, carestie e violenza etnica. E' soprattutto un continente giovane in tumulto che, faticosamente, cerca di emergere dall'abisso lasciatogli in eredita' dal colonialismo e di spezzare le catene che ancora lo legano a piu' sottili ma cruenti forme di sfruttamento mondiale, per affermare il suo diritto ad esistere.

    "Nel passato l'obiettivo universale era quello di rubare gli Africani all'Africa.
    Oggi la determinazione dell'Europa e' quello di rubare l'Africa agli Africani"
    Alexander Murdoch Mackay missionario presbiteriano scozzese 1889 Uganda.


    Hanno partecipato alla Redazione e hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto: MarcoR, Paolo e Roberto. GRAZIE!!!
    Un ricordo particolare a Giuliana Cupi cofondatrice di FabioNews, ha collaborato e condiviso il cammino con noi fino al 2014.... sempre nei nostri cuori!!
    rs